Tecniche per parlare in pubblico: Paura di parlare in pubblico? No grazie!

Come rivolgersi ad una folla meglio di Demostene? Conosci il segreto utilizzato da persone come il famoso politico e oratore ateniese per catturare completamente l’attenzione di chi ti ascolta? Si tratta di abilità comunicative che chiunque, compreso tu, può imparare.
Vuoi saperne di più? Scopri il corso di public speaking di Massimiliano Cavallo e mettiti comodo. Leggi e memorizza le seguenti 3 tecniche per parlare in pubblico con successo. Ti aiuteranno a diventare un/a maestro/a del public speaking.
Fatta questa piccola intro, tanto per citare il titolo di una canzone di Mike Mareen, let’s start now!

Non temere il giudizio altrui

Osho, un famoso un mistico e maestro spirituale indiano, disse: “Nel mondo la paura più grande che affligge l’essere umano è la paura dell’opinione altrui. Nel momento in cui non avrai più paura della folla, non sarai più una pecora, diventerai un leone. Dal tuo cuore scaturirà un ruggito, il ruggito della libertà”.
A questo aforisma, noi, dedichiamo il prossimo paragrafo.

Inverti il tuo punto di vista

Il primo e semplicissimo segreto per parlare in pubblico è questo: quando sali sul palco prova ad invertire il tuo punto di vista. Cosa significa? Le persone che sono lì e di cui tu temi il loro giudizio, in realtà sono lì sedute perché vogliono vedere te e imparare dal tuo bagaglio di vita, dunque sei in una posizione dominante rispetto all’eventuale parterre. In quel momento sei come un pastore che guida il suo gregge, sei la persona che ha potere sulla folla e non il contrario.

Public speaking: quando la meditazione trascendentale può essere un valido aiuto

Si sa, parlare in pubblico può suscitare uno stato ansia sociale. Ma non preoccuparti, è del tutto normale! Persino i più grandi personaggi della storia, come Cicerone e Winston Churchill, avevano paura di parlare in pubblico.
In questi frangenti, un’antica tecnica di rilassamento chiamata “meditazione trascendentale”, è esattamente quello che ti serve. Vuoi sapere di cosa si tratta? Scoprirlo nel prossimo paragrafo!

Respira

Prima di salire sul palco, quando sei ancora dietro le quinte, fai 5 respiri profondi seguendo però questa semplice procedura: inspira dal naso fino a riempire i polmoni di aria, dopodiché ripeti dentro di te “Io sono” ed espira dalla bocca ripetendo “Sereno e tranquillo” fino a sgonfiare completamente la pancia. Ripeti questo esercizio per 5 volte e vedrai che il tuo organismo si ossigenerà, ma soprattutto avrai dato alla tua mente inconscia delle indicazioni, dei comandi che ti permetteranno di sentirti calmo/a e rilassato/a.

Come iniziare un discorso in pubblico?

Dicesi “rompighiaccio”, il momento in cui bisogna sciogliere la tensione per iniziare a parlare con gli spettatori. Molto spesso, questa fase viene definita con il bisogno di ricorrere alle cosiddette “frasi ad effetto” allo scopo di richiamare l’attenzione di chi abbiamo di fronte.
Approfondiamo meglio punto qui di seguito.

Comunica realtà talmente ovvie e lampanti da non aver alcun bisogno di essere dimostrate

La terza tecnica, è un semplicissimo espediente che abbraccia la comunicazione: pertanto, devi sapere che se tu apri correttamente il tuo discorso al pubblico, tutto il resto dell’evento andrà alla grande! Ma come si fa? Utilizza un truismo, ossia una tecnica di comunicazione efficace e straordinariamente facile da imparare ad usare che consiste nell’utilizzare 5 affermazioni totalmente vere per poi aggiungere una suggestione. La mente di chi ti sta ascoltando, le darà per buone e subito dopo dirà “Sì” anche allo stimolo che tu hai dato come se fosse assolutamente vero anche lui.
Come usare tutto ciò all’apertura di un evento? É facilissimo: quando sei sul palco, prima di iniziare a parlare, utilizza una breve tecnica riassuntiva. Immagina di essere il 2 luglio sul palco, ti trovi a New York e stai illustrando un tuo prodotto che riguarda la comunicazione. A questo punto potrai introdurre il tuo discorso in pubblico in questo modo: “Siamo qui, oggi, sabato 2 luglio 2022, a presentare il prodotto […]” e subito dopo chiudi la frase in questo modo: “E sento che quello che sto per dirvi lascerà una traccia nella vostra memoria molto a lungo”.
Questa è una suggestione, ma proprio perché hai deciso di inserirla alla fine dopo una serie di verità, la mente accetterà questo comando come vero.
Inoltre, per esprimerti in modo corretto ed incisivo, sostituisci l’espressione “Io penso” con “Io sento” giacché il verbo sentire arriva direttamente al cuore e all’inconscio del tuo pubblico.

Conclusione

Eccoci giunti alla fine della nostra guida! Vuoi conoscere altre tecniche efficaci per parlare in pubblico? Allora visita il sito di Massimiliano Cavallo.