Come si può aumentare la domain authority?

Molti tentano di aumentare la domain authority, ma spesso con risultati deludenti, perché a monte manca una certa esperienza, oltre che competenza sul campo. Quando si tratta di misurare il successo del proprio sito web è importante adottare dei parametri e per questo non è possibile fare a meno di calcolare la domain authority. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo argomento e come adottare strategie vincenti.

Cos’è la page authority?

Ogni sito web viene analizzato con una speciale metrica creata da MOZ e che prende il nome di domain authority. Il valore del sito può esser compreso da 0 a 100. Si tratta di una stima che riprende una logica simile a quella adottata dal del PageRank, un algoritmo che serve a stabilire l’importanza di una pagina web. Come è facile intuire maggiore sarà il valore della Larry Page e più il portale avrà la possibilità di posizionarsi fra i primi posti dei motori di ricerca.

Ma che cos’è la domain authority? A differenza di quello che si potrebbe pensare, in questo caso il valore che viene attribuito dal sito non dipende da Google ma da un’azienda privata, ovvero Moz. Questo vuol dire che la metrica non ha nulla a che vedere con la serp. Quando bisogna calcolare la domain authority non si fa altro che affidarsi ad una metrica convezionale, per sapere se un sito ha buone probabilità di posizionarsi bene e quindi potrà ottenere un elevato traffico.

La page authority, pertanto, indica la qualità di un determinato sito web, non solo del proprio, ma anche altrui. In quest’ultimo caso per stabilire se valga la pena o meno ottenere dei link.

Cos’è la domain authority: altre considerazioni

Quando bisogna aumentare la domain authority è importante comprendere che il suo valore viene influenzato da vari parametri. Nello specifico, la page authority dipende dal numero e dalla qualità dei siti che linkano al dominio, dall’età del portale e dalla diffusione sui social. Molto importanti sono anche i link in ingresso, la dimensione del sito e altri fattori di Moz che non sono resi del tutto noti.

Per aumentare la domain authority è fondamentale avere un buon numero di link “dofollow”, ovvero a tema, oltre che riconosciuti come di valore e affidabili. Diversamente nel momento in cui si andrà a calcolare la domain authority sarà facile imbattersi in un valore basso. I link di scarsa qualità, inoltre, non solo influenzano il posizionamento sui motori di ricerca, ma potrebbero fortemente penalizzare il sito nel lungo periodo.

Ecco come mai viene sempre consigliato di mantenere al meglio il proprio portafoglio di backlink, eventualmente anche con un certo numero di link nofollow, che segnalano ai motori di ricerca quando assegnare un certo valore al portale, in modo da riequilibrare il sito.

In conclusione

Quando si spiega cos’è la domain authority è bene precisare che il valore attribuito da Moz non può essere aumentato a piacimento. Infatti la domain authority non esprime un vero e proprio valore SEO, al pari di come avviene con il ranking. Questa metrica viene invece impiegata per avere un raffronto fra due domini.

Accrescere la domain authority senza prima intervenire in maniera opportuna sul sito è un grave errore. Bisogna piuttosto concentrasi sulla quantità e qualità dei collegamenti, sul numero dei portali che vengono linkati, sull’autorevolezza dei contenuti pubblicati, nonché sulla diffusione nei social network.

Sono diverse le strategie che si possono mettere in pratica. Ad esempio si può scegliere di aumentare la qualità visiva ed espositiva dei contenuti. Altre volte, invece, sarà importante agire sulle prestazioni generali del sito per renderlo più veloce e facile da visualizzare. In molti casi si dovrà intervenire sui segnali social che girano attorno al sito o aumentare il numero dei link in ingresso e in uscita. In ogni caso è molto importante affidarsi a mani esperte per evitare perdite di tempo e di penalizzare la posizione del sito.