Calamite personalizzate: rafforzare la brand experience

I gadget per fare branding

Una strategia marketing performante richiede una grande pianificazione. All’interno delle buone prassi da mettere in pratica per emergere nel mare magnum dei competitor, una grande parte deve essere dedicata con attenzione agli investimenti pubblicitari e alla comunicazione. I gadget e gli articoli promozionali svolgono un ruolo rilevante in questa strategia.

Calamite personalizzate (che puoi trovare qui https://www.professionalpins.com/), magneti con foto, tazze, cover, calendari, cappellini, magliette- solo per citare alcuni degli articoli più amati, servono a pubblicizzare i contenuti dell’azienda all’esterno. Fare branding attraverso oggetti riconducibili alle aziende o ai negozi che si desiderano pubblicizzare è un modo per farsi ricordare o addirittura conoscere da un cliente. Preparare quaderni e penne con il logo aziendale durante una riunione, o distribuire pin o magneti personalizzati durante una fiera, è un biglietto da visita che non passa inosservato.

L’attenzione al cliente, la voglia di curare i dettagli e comunicare con l’esterno sono concetti concretizzabili grazie ad un piccolo gadget lasciato in omaggio. Ovviamente per essere adeguatamente ricordati, per far godere a pieno la brand experience – ovvero l’esperienza della marca – ad un potenziale buyer, è bene conoscere l’iter corretto.

Cosa occorre fare davvero? Come pianificare un rilascio efficace di gadget? Cosa scegliere e con che tempistiche applicare gli omaggi?

I gadget promozionali più performanti

Come scegliere gli oggetti più rappresentativi per una campagna marketing vincente? Come individuare la migliore calamita personalizzata, o la tazza brandizzata che possa rimanere più impressa? La prima cosa da fare è individuare il target a cui la campagna marketing e la brand experience vuole rivolgersi.

Occorre identificare il genere, l’età, i desideri. Le calamite con foto, ad esempio sono un prodotto trasversale, amato da tutti. Ma è possibile spingersi oltre, creando delle calamite personalizzate con foto che ricordino l’azienda, oppure che suscitino un’emozione.

Anche una frase motivazionale all’interno dei magneti personalizzabili, può essere una bella idea per farsi ricordare. Una tazza con logo, può essere la prima cosa che il potenziale cliente afferra la mattina appena sveglio, una calamita personalizzata può essere vista appena si apre il frigo, una penna coi colori dell’azienda può accompagnare una persona per tutta la giornata.

Il brand aziendale diventa così familiare, e si può empatizzare maggiormente con i concetti e le missioni portate avanti dall’azienda. Oltre al target è importante conoscere bene il budget di partenza. Se il budget è limitato, occorre targettizzare al meglio la propria campagna per ottimizzare il suo successo. Si può pensare di segmentare il rilascio dei gadget, concentrandosi sulla fidelizzazione dei vecchi clienti, oppure rivolgendosi all’acquisizioni dei nuovi compratori. Inoltre, quando non si dispone di un budget illimitato, si può considerare di legare gli omaggi ai prodotti meni richiesti, in modo da smuovere la curiosità di potenziali clienti su ciò che sembra interessarli meno.

Il bisogno reale e il target giusto

Una strategia marketing efficace tiene conto anche del tempo e delle stagioni. Voler distribuire- per esempio – degli occhiali da sole brandizzati in estate, può garantire un maggior uso del gadget. Le persone quindi, indossandoli, si faranno ambasciatori consapevoli del brand. Se lo stesso gadget viene distribuito in inverno, potrebbe non avere lo stesso effetto. Potrebbe non essere gradito e accantonato.

Per le prime campagne è opportuno rimanere su oggetti utilizzabili tutto l’anno, in modo che i gadget vengano utilizzati senza problemi. Un blocco per gli appunti, un carica batteria, una pin o una bottiglia riusabile, possono essere distribuiti ai clienti di continuo. Chi riceve l’omaggio, si sente rappresentato nei suoi bisogni, e quindi userà più volentieri gli oggetti ricevuti. Queste strategie rafforzano la consapevolezza nel marchio, la fiducia nei clienti e aumenta la visibilità e la comunicazione del brand verso l’esterno.