Spiare WhatsApp: oggi è possibile grazie alle “applicazioni-spia”

Come spiare WhatsApp

Hai il sospetto che il tuo partner stia scambiando messaggi ambigui con qualcun altro? Desideri scoprire un sistema efficace che possa aiutarti a spiare Whatsapp, tenendo, finalmente, a bada i tuoi dubbi e le tue curiosità? Questa è la guida che fa per te: abbiamo infatti riportato diversi metodi su come spiare Whatsapp gratis, aiutandoti nel tuo intento. È bene subito precisare, però, che si tratta di attività assolutamente illecite, che si configurano come una grave violazione della privacy e che, in quanto tali, costituiscono un reato punibile dalla legge.

Prima di procedere con la spiegazione su come spiare i messaggi su Whatsapp e come entrare nel Whatsapp di un altro, è bene puntualizzare che, negli scorsi anni, Whatsapp, l’applicazione di messaggistica più utilizzata in tutto il mondo, ha adottato un sistema di cifratura end-to-end (‘da punto a punto’), un sistema, cioè, di comunicazione cifrata che garantisce l’esclusività nel leggere i messaggi solamente ai legittimi mittenti e destinatari.

La tecnologia, dunque, si rivela particolarmente efficace per tutelare la privacy dei propri utenti ed assicurarne la segretezza delle loro comunicazioni e dati personali. Ed è proprio questa tecnologia di cifratura end-to-end, chiamata TextSecure, che, rendendo whatsapp un’applicazione closed source, ha di fatto reso impossibile impiegare software, come Wireshark, per “sniffare” le reti wireless ed intercettare le comunicazioni degli utenti.

Lo sniffing, infatti, è una tecnica che consente di scovare tutti i dati che passano all’interno di una rete wireless. Ci sono, tuttavia, altri sistemi che consentono, a chi lo desidera, di spiare whatsapp dal PC. Quello sicuramente più conosciuto è WhatsApp Web, il servizio che consente di inviare e ricevere messaggi direttamente dal PC.

Spiare WhatsApp di un altro numero

Se siete delle persone gelose, o semplicemente curiose, sicuramente avrete avuto la tentazione, almeno una volta, di sbirciare il telefono del vostro partner per spiare le chat Whatsapp.

Siete, dunque, alla ricerca di metodi su come spiare i messaggi su WhatsApp di una persona che vi incuriosisce? Volete spiare WhatsApp conoscendo il numero della persona desiderata? Sappiate che esistono diversi sistemi che consentono di intercettare messaggi su Whatsapp facilmente, senza cioè dover necessariamente essere degli esperti di informatica e hackeraggio.

La migliore app che permette di spiare Whatsapp tramite numero di telefono, è sicuramente mSPy, un’applicazione-spia che consente di monitorare tutte le attività svolte sull’app di messaggistica, dai messaggi inviati, ricevuti a quelli cancellati, nonché data e orario di invio. Si tratta di un’app sicura e affidabile, che consente inoltre di spiare tutti i media e tracciare, in pochi secondi, la posizione del cellulare sottoposto a controllo.

Per utilizzarla basterà creare un profilo sul sito ufficiale di mSpy, seguire tutte le istruzioni e, con l’assistenza continua che viene fornita, sarà possibile iniziare a controllare le attività del numero Whatsapp desiderato. Ma mSPy è solamente una delle tante soluzioni che internet, al giorno d’oggi, offre per monitorare le conversazioni di una persona desiderata. Pensiamo, ad esempio, a i-Spy, Ikey Monitor, Spyzie: si tratta di applicazioni, per controllare Whatsapp, facili da usare, veloci da scaricare e installare e abbastanza efficaci.

Poi, per spiare WhatsApp conoscendo il numero gratis, l’app più affidabile è FlexySpy, uno dei software più completi e sicuri. FlexySpy permette di controllare tutte le conversazioni, audio e media del numero Whatsapp inserito. Per sapere come spiare i messaggi di Whatsapp basterà seguire la guida che viene fornita dopo aver installato l’app. È prevista una versione gratuita disponibile solo per gli smartphone.

Poi, eventualmente, si potrà decidere di acquistare la versione completa.

App per spiare WhatsApp gratis

In rete esistono tantissime applicazioni per spiare WhatsApp gratis che consentono, dunque, di monitorare interamente il contenuto del telefono della persona desiderata. Forniamo, ora, un elenco delle app più utilizzate a tale scopo:

  • WhatsDog. Per spiare le conversazioni Whatsapp viene frequentemente utilizzato WhatsDog per iPhone, un sistema piuttosto semplice e immediato, praticamente invisibile e gratuito, seppur vengono mostrate tante pubblicità. Questo sistema permette di conoscere ogni qual volta la persona di interesse si connette sull’app di messaggistica, anche se questa persona ha impostato quell’informazione come privata. Una volta scaricata, l’app fornirà un elenco completo circa le statistiche e i collegamenti effettuati da tutti i numeri che sono stati inseriti. Sarà così possibile monitorare quante volte al giorno il contatto seguito si connette. È inoltre prevista la possibilità di impostare l’app in modo tale che invii una notifica nel momento esatto in cui il contatto risulta online.
  • Whats Online. Whats Online è un programma per spiare WhatsApp gratis. Quest’app, in funzione da diversi anni, consente, oggi, di spiare Whatsapp anche su android, mentre qualche anno fa era prevista solamente la versione per iPhone. L’applicazione è gratuita se viene utilizzata una sola volta, poi occorrerà acquistare una delle versioni proposte, con prezzi differenti a seconda dell’impostazione scelta. È una valida app per spiare Whatsapp senza necessità di installare complessi programmi.
  • WhatsApp Web. Si tratta di uno dei metodi più agevoli su come spiare le conversazioni WhatsApp. Per funzionare necessita che lo smartphone faccia da “ponte”: richiede, dunque, che il cellulare rimanga connesso ad Internet per tutto il tempo. Whatsapp Web ha due particolarità che lo rendono appetibile da parte degli hacker, o chiunque abbia interesse a scoprire le conversazioni di qualcun altro: memorizza e ricorda, dunque, per i successivi accessi, l’identità dell’utente; funziona anche se il telefono si trova distante dal computer. Ecco dunque che un malintenzionato, con un sistema di tale tipo, potrebbe trovare agevole compiere un furto d’identità e, di conseguenza, avere l’accesso a tutti i messaggi Whatsapp, rubando il cellulare all’utente e usarlo per accedere a WhatsApp Web sul suo pc.